Influencer: segreti e trucchi della professione

Con l’avvento di Internet, abbiamo assistito alla nascita di nuove professioni. In modo specifico, con la diffusione dei social media è sorta la figura dell’influencer. Di cosa si tratta? In breve, si tratta di una figura professionale che, tramite l’utilizzo dei social, pubblicizza brand specifici. Approfondisci l’argomento su alphabetcity. Novità e curiosità interessanti ti aspettano.

La nascita di una nuova professione

Tutti noi, o quasi, abbiamo una nostra pagina social Instagram o Facebook. Abbiamo dei followers che interagiscono con noi tramite like e ricondivisione di nostri post. Il ruolo dell’influencer parte più o meno da questo principio.
L’influencer si specializza in un campo specifico: moda, arte, business, tecnologia. Dopo aver scelto quale campo intraprendere, si apre un blog personale dove si esprimono opinioni su attività e oggetti del campo scelto. Bisogna far crescere il blog con la diffusione sui social e creare, se possibile, dei meeting con i fan anche nella vita reale.
Prima di poter parlare di guadagni consistenti, bisogna lavorare molto sulla pubblicità via social per creare una fedele fans base. Un primo modo di guadagno possono essere le Ads di Google. Ogni Ads potrà permettere al gestore del blog una percentuale di guadagno che aumenterà in base alle views sul blog che aumenteranno giorno per giorno. Questo è un processo di base che servirà ad attirare i grandi brand i quali, successivamente, contatteranno l’influencer per chiedere sponsorizzazioni.

Un vero e proprio lavoro

Ora l’influencer rappresenta una vera e propria professione. Di fatti sono sorte da un paio d’anni delle facoltà universitarie dedicate a questo specifico settore, il cui compito è quello di formare futuri influencer ed aumentare la visibilità del mercato. Le piattaforme social più studiate ed utilizzate sono Instagram e YouTube. Perché proprio queste due? Di base perché si tratta di veri e propri luoghi dell’immagine. Instagram nasce come social di condivisione per foto e mini-video; YouTube come social di condivisione di video e cortometraggi. Grazie a questa loro funzione, rendono il lavoro dell’influencer più fruibile per i fan stessi, i quali dovranno vedere un video e valutare se acquistare o no un determinato prodotto.
Tuttavia, bisogna sottolineare che il lavoro dell’influencer non è così facile come sembra. Attirare un grande numero di persone non è assolutamente semplice e necessita di strategie precise. Innanzitutto, deve avere carisma ed una buona dialettica unita ad un’ottima conoscenza della lingua italiana. L’influencer deve essere, in primis, una business woman o un business man e deve sempre ricordare che, di base, si tratta di commercio solo in una forma differente. I social rappresentano la piattaforma di vendita che gli fornisce tutti gli strumenti necessari per diffondere a livello internazionale la propria campagna pubblicitaria. L’influencer può sfruttare gli effetti di Instagram o usare la propria fantasia per organizzare e dirigere video promozionali da caricare su YouTube. Quindi commercio unito alla , elementi indispensabili per avvicinare il pubblico e, quindi, i futuri acquirenti.

Ormai il futuro del commercio è completamente sui social e, ben presto, questa nuova figura diventerà sinonimo di venditore ad alto livello.