Web Marketing

Lista dei migliori programmi di Affiliazione

Quali sono i migliori programmi di affiliazione e come funzionano? Facciamo una panoramica delle migliori occasioni di Affiliate Marketing online.

Cosa serve per iniziare

Per iniziare, è importante avere un sito ben fatto da almeno un anno. In questo modo, si potranno posizionare i primi contenuti e si potrà partire con una nicchia su un determinato argomento. A questo punto, sarà necessario fare uno studio del target.

Così, si potrà definire un segmento di pubblico e scegliere il network di affiliazione più vicino alle proprie esigenze. Ecco quali sono i migliori.

I grandi store online: Amazon, Aliexpress, Envato

Iniziamo dai grandi marketplace. Funziona tutto in modo abbastanza semplice. Si inserisce un link personalizzato al prodotto preferito (a nostra scelta) e si ottiene una commissione se quel prodotto viene comprato dal nostro utente.

Le percentuali variano dal 10% al 50% del prezzo finale del prodotto. Per una nicchia che si rivolge soprattutto alla SEO, per esempio, sfruttare le affiliazioni di Envato o di Semrush è un’ottima occasione per guadagnare dal proprio sito.

I network: Zanox, TradeDoubler, CJ Affiliate

I network, invece, fanno da ponte tra la domanda e l’offerta. Quindi, una volta iscritto il sito, questo viene valutato e si ottengono tutte le campagne più attinenti a quel sito. Ne consegue che qui si possono trovare percentuali sul venduto, ma anche per visualizzazione o per click.

Per scoprire come si verrà pagati e il prodotto proposto, naturalmente si deve vedere la scheda della campagna, ma attenzione: una volta raggiunto il numero previsto dal budget della campagna, non si avrà più modo di aderire.

Quindi, se si trova una campagna utile, è fondamentale sottoscriverla subito per non perderla. Si guadagna anche se propri utenti si iscrivono al circuito di affiliazione.

Di solito, si ottiene denaro via bonifico una volta raggiunta la somma di pagamento.

Il mercato delle condivisioni social

Si può essere pagati per una condivisione sulla propria pagina o su un gruppo? Sì. Si tratta di nuovi sistemi di affiliazione. Per esempio, ci sono Lovby e Buzzoole, ma ce ne sono anche altri. In pratica, si guadagnano dei punti per condivisioni social e poi questi si trasformano in buoni Amazon e molto altro ancora.

Tra questi, c’è anche BCube. In questo caso, si ottiene del denaro in percentuale in base a quanto si vende dal link pubblicato sui social network. In alternativa, c’è anche chi vende in base ai like ottenuti su Instagram o a quante persone seguono quella pagina dopo la pubblicità social.

Le affiliazioni: cosa guardare

Per le affiliazioni, è importante guardare sempre il metodo di pagamento (per click, per visualizzazione o per acquisto), la percentuale e la somma di pagamento. In questo modo, si potrà avere un’idea chiara sul programma di affiliazione.

Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button