Wordpress

Come aprire un blog e guadagnare online

Come guadagnare online con un blog? Quali sono i metodi principali e le caratteristiche che il blog deve avere per portare a un guadagno reale? Ecco come funziona e cosa fare per ottenere denaro da un sito online come un blog.

Come aprire il tuo blog: caratteristiche

Per ottenere un reale guadagno, il tuo blog deve avere:

  • Un dominio di primo livello. Quindi, il tipo di sito deve essere: sito.it (o altra estensione) e non sito.qualcosa.it.
  • Un nome che abbia senso. Può essere il tuo nome e cognome, il nome di un brand, oppure una parola chiave cercata (qui, però, andrebbe fatta una ricerca a monte).
  • Un tema a pagamento (quelli gratuiti possono creare problemi).
  • Un CMS affidabile (Joomla, WordPress, Ghost, sono i più scelti).
  • Un piano editoriale serio, per acquisire autorevolezza nel tempo.

Alcune di queste caratteristiche vanno pensate subito, come il nome dominio e il CMS. Altre, come il piano editoriale, si sviluppano all’interno del blog, man mano che va avanti.

Per iniziare a guadagnare online, è anche importante che il sito risulti attivo, quindi con un certo numero di articoli di qualità e una struttura SEO ben costruita.

Guadagnare online con Adsense

Per guadagnare online con Adsense, basta avere un sito con almeno 10 articoli ben strutturati e un blog di primo livello (o gratis in blogspot). Per guadagnare in questo modo, è anche necessario iniziare ad avere un seguito.

Adsense è un servizio di Google che permette di inserire pubblicità negli spazi scelti dal blogger. I banner inseriti sono anche per smartphone e sono sicuramente in linea con i contenuti del sito.

In ogni caso, basta iscriversi ad Adsense con Gmail e aprire l’account. A questo punto, si sceglie il tipo di banner (come grandezza) e si apre un canale, dove si inserisce il tipo di sito, quindi anche il suo argomento.

Il blogger viene pagato raggiunta la soglia di 70 Euro, direttamente sul conto corrente bancario, collegato ad Adsense.

Oltre ad Adsense, ci sono diversi circuiti di banner. Tra questi, c’è anche Criteo.

Guadagnare online con le affiliazioni

Le affiliazioni funzionano in modo diverso rispetto ad Adsense. Per guadagnare online, non basterà che l’utente veda il banner, ma dovrà cliccarci sopra e acquistare quel prodotto.

Il blogger riceverà una percentuale sul prodotto venduto. Per esempio, se il prodotto costa 5 Euro, il blogger guadagna 1 Euro.

Si può usare anche un altro sistema, quello del click. Basta che l’utente clicchi sul link sponsorizzato per far ottenere una piccola cifra, più o meno simile a quella di Adsense, anche se non acquista.

Per ottenere queste campagne, bisogna iscriversi a siti dedicati, come TradeDoubler e Zanox. Questi circuiti funzionano in modo molto semplice: si sceglie la campagna a cui si vuole partecipare e si fa richiesta. Se l’acquirente ci sceglie, possiamo inserire i suoi link nel blog, ottenendo un guadagno per click o in percentuale sulle vendite (è scritto nella campagna).

Guadagnare con Amazon

Per guadagnare online con un blog su Amazon, basta avere un account su Amazon stesso e scegliere il programma di affiliazione. Una volta collegato l’account al programma, il blogger può scegliere di:

  • Scegliere un prodotto e ottenere il link di affiliazione.
  • Usare i banner.
  • Utilizzare le campagne speciali di Amazon per ottenere una percentuale maggiore.

Il prodotto e il banner li sceglie il blogger tra quelli disponibili e li posizione dove vuole. Il blogger viene pagato solo se Amazon vende il prodotto sponsorizzato.

Ottenere denaro vendendo corsi e infoprodotti

Altre possibilità da non sottovalutare sono i corsi, gli infoprodotti e i guest post. Di cosa si tratta?

  • Il guest post è un contenuto sponsorizzato sul proprio sito. In pratica, l’acquirente paga lo spazio dell’articolo nel sito e il link inserito. Ovviamente, questa pratica va fatta nel rispetto dell’utente e di quello che si aspetta di trovare.
  • I corsi. Se ci si ritiene capaci in un determinato settore, si possono creare dei corsi a pagamento, dove insegnare qualcosa agli utenti. Naturalmente, il corso significa anche dover fare slide, video, ecc.; quindi diventa un vero e proprio lavoro collegato.
  • Gli infoprodotti. Sono dei file, di solito degli e-book, che vengono venduti anche su Amazon e non solo sul blog. Fanno guadagnare utenti se si usa per la newsletter, oppure in percentuale sul diritto d’autore.

Conclusione

Per scegliere come guadagnare online con un blog, non ci si deve aspettare subito uno stipendio. La cosa importante è curare il proprio sito, in modo che diventi sempre più importante sul mercato e diventi la base per una community numerosa.

Altra cosa importante è verificare che il circuito di affiliazione non sia contrario agli argomenti trattati nel blog, o, addirittura, senza senso rispetto a quanto inserito nel sito. Per questo, si deve scegliere con attenzione cosa usare e come, in modo da migliorare anche la navigazione dell’utente all’interno del blog. Di solito, è bene aspettare le 2000 visite/mese prima di pensare alle affiliazioni.

Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button