E-commerce

Come vendere su Etsy

Come vendere su Etsy e, soprattutto, di cosa si tratta? Etsy è una piattaforma che consente di vendere solo prodotti fatti con le proprie mani. In alternativa, si può vendere un oggetto che ha almeno 20 anni (con certificazioni al seguito).

Oggi, vediamo come si fa a mettere un annuncio su Etsy, come vendere e quali sono i prodotti più richiesti su questa piattaforma.

1.  Come registrarsi

La prima cosa da fare è andare su Etsy per registrarti. Clicca sul bottone in alto a destra “Registrati”. Ci sono tre metodi per registrarsi:

  1. Collegando il proprio account Facebook. Si clicca sul bottone blu “Continua su Facebook”. Comparirà la richiesta di autorizzazione di Facebook per poter procedere. Basterà scegliere “Continua come [Tuo nome]” (= per esempio “Continua come Luca”) per completare la procedura.
  2. Collegando il proprio account Google. Basta toccare/cliccare (dipende se da mobile o da PC) il bottone rosso sotto quello “Continua con Facebook”. Comparirà una finestra di Google Plus dove si chiede se si vuole procedere. Basterà cliccare sul bottone in basso a destra “Autorizzo” per completare la procedura.
  3. In maniera tradizionale. Basta inserire nel form sotto ai due bottoni le informazioni richieste e cliccare sul bottone arancione “Registrati”.

2. Come aprire il proprio negozio Etsy

Una volta confermata la registrazione, servirà tornare su Etsy e cliccare sul collegamento sempre in alto a destra “Vendere su Etsy“. A questo punto, si sceglie “Apri il tuo negozio su Etsy”/”Il tuo negozio”. Ora, vanno completate le impostazioni, come:

  • Lingua del negozio;
  • Nome del negozio;
  • Paese di residenza;
  • Valuta (va scelto EUR per l’Italia);
  • Quale di queste affermazioni ti descrive meglio? [Ci sono le opzioni da cliccare].

Infine, va messa la prima inserzione. L’inserzione costa 20 centesimi + 3,5% se va a buon fine in 4 mesi. Trascorso questo periodo, l’ordine viene cancellato.

3. Come impostare i pagamenti

Pronto il negozio, è ora di vendere! Basta creare un’inserzione cliccando/toccando su “Inserisci inserzione”. Bisogna dare anche qualche informazione sul prodotto, come: foto, informazioni su questa inserzione (= materiali utilizzati, descrizione prodotto, ecc.), categoria, opzioni di rinnovo (= se si vuole rinnovare l’offerta dopo i 4 mesi o no), tipo (se è digitale o meno), descrizione, prezzo, quantità e opzioni di spedizione.

Quando è tutto pronto, basta salvare. A questo punto, servono i dati personali: numero di conto, codice fiscale, nome e cognome, indirizzo, copia digitale della carta di identità. Infine, serve la carta di credito, l’indirizzo di fatturazione se diverso da residenza e la partita IVA.

4.  Come gestire il negozio

Per gestire il negozio, basta collegarsi a Etsy e andare su Gestione Negozio. Qui, c’è un pannello di controllo completo, dove si può vedere quanto si guadagna, migliorare l’aspetto grafico del negozio, gestire i rapporti con i clienti, gestire inserzioni e offerte speciali.

Per vendere su Etsy e aumentare i guadagni, si può anche seguire i consigli delle guide gratis disponibili sul sito e alcuni consigli di marketing che male non fanno.

5.  Come creare un’inserzione per vendere su Etsy

Da “Gestione negozio” si passa alla voce “Inserzioni”. A questo punto, basta creare un’inserzione andando su “Aggiungi inserzioni”.

A questo punto, si potranno completare tutti i dati richiesti dal form. Molto importanti saranno la foto e la categoria scelta. Per fortuna, il sistema prevede tantissime categorie tra cui scegliere. Completata anche questa fase, si può avere un’anteprima.

Se è tutto a posto, si procede con la pubblicazione dell’inserzione e si ottiene un link per promuoverla.

6. Come monitorare da mobile il negozio Etsy

Per iOS e Android, Etsy ha creato un’app per gestire il negozio e vendere su Etsy senza bisogno del PC.

Nell’app per Android, dopo essersi collegati per la prima volta, basta andare a “Negozio” per gestire tutti gli aspetti del negozio dalla colonna a sinistra. In un touch, si inserisce una nuova inserzione, si mette la foto appena scattata dallo smartphone e si pubblica l’annuncio.

Per iniziare, è importante inserire il numero della carta di credito. Se tutte le informazioni sono già state mandate al sito dal PC, basterà fare il Login dall’app per ritrovarle complete.

L’app per Android funziona, ovviamente, anche sui tablet. Se, invece, si ha a disposizione un modello di Apple (iPhone/iPad), allora si può scaricare l’app di Etsy direttamente da iTunes. Anche qui, l’app permette di gestire tutto in un attimo, anche se non si è a casa, ma si ha a disposizione solo l’iPhone.

Vendere su Etsy non è facile. Il consiglio è di puntare sull’oggettistica, oppure su qualcosa che abbia valore perché vintage e che si vuole dismettere. La cosa importante è far valutare i propri oggetti, per capire il valore e poter così mettere un prezzo equo su Etsy.

La particolarità di Etsy è che si hanno prodotti che non si trovano comunemente. Puntare sull’originalità può rivelarsi una scelta vincente. Prima di un’inserzione, è bene sempre calcolare prima i costi del servizio e l’eventuale importo IVA sul prodotto.

 

Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button