Web Marketing

Come creare una newsletter

Vuoi creare una newsletter, ma non sai come fare? Ecco dei consigli utili che ti permettono di partire al meglio con la tua newsletter!

Cos’è e a cosa serve una newsletter

La newsletter è una mail che viene inviata agli utenti di un sito. Si può usare per diversi obiettivi:

  • Fidelizzare i clienti;
  • Trovare nuovi potenziali clienti;
  • Informare su sconti e promozioni;
  • Aumentare le visite al proprio sito;
  • Inserire delle novità riservate.

Per convincere una persona a iscriversi a una newsletter, è fondamentale offrire qualcosa in cambio. Di solito, si usa un e-book da scaricare: in questo modo, l’utente, per ottenere le prime informazioni, dovrà iscriversi.

I vantaggi sono: ottenere informazioni gratis e avere la certezza che arriveranno novità positive e interessanti via mail.

Pianificare una strategia di questo tipo non è facile. Per questo, ci sono servizi gratis e non che aiutano a fare dei test e a ottenere delle statistiche per capire quale direzione dare alle proprie mail affinché raggiungano gli obiettivi prefissati.

Quali sono i sistemi migliori e come creare una newsletter efficace?

Newsletter2Go

Partiamo dal Newsletter2Go, che è un servizio gratuito con un’ottima base. Si possono mandare fino a 1000 mail al mese senza spendere un Euro. Il servizio è in italiano. In più, si ottengono statistiche in tempo reale e si possono fare gli A/B test.

I piani a pagamento partono da 10 Euro al mese, quindi veramente abbordabili.

Mailchimp

Mailchimp è uno dei servizi più noti per creare una newsletter. Di base, anche Mailchimp è gratis, con un limite di 2000 iscritti e 12mila e-mail inviate al mese. Al momento, è uno dei pochi servizi che offre template ideali anche per smartphone, oltre a offrire statistiche mirate.

Si può anche decidere di dividere gli utenti per gruppi, in modo che ognuno riceva mail personalizzate ogni volta che c’è qualcosa di davvero interessante. Infine, si possono creare delle risposte automatiche.

Per WordPress, Mailchimp ha ideato anche un plugin gratis per poter inserire nel sito il form per iscriversi. Quindi, se non sei un esperto, questa soluzione può essere l’ideale per far crescere il tuo business online usando le newsletter.

Aweber

Aweber offre una prova di 30 giorni per capire come creare una newsletter e dei piani a pagamento per continuare a usare il servizio. Il prezzo è di circa 19 dollari al mese. Si tratta di uno strumento molto usato da chi ha un blog.

Il motivo è semplice: Aweber ha impostazioni facili, permette di ottenere tutte le statistiche, ha template semplici per smartphone e offre degli autoresponder niente male. Chi ha poco tempo, quindi, può gestire velocemente tutto quello che gli serve e crearsi comunque una base utenti di partenza.

Come per Mailchimp, anche qui si possono dividere gli utenti in base ai gusti e alle preferenze, in modo da aumentare la percentuale di lettura dell’utente. Aweber non è semplicemente molto usato, ma è una piattaforma che aiuta a sviluppare una propria rete di contatti attraverso l’e-mail marketing.

GetResponse

Anche GetResponse è completamente in italiano. Il servizio si può provare per 30 giorni, passati i quali si deve scegliere un piano a pagamento per poter proseguire. GetResponse è l’ideale per chi fa formazione e non solo. A 12 Euro al mese, la piattaforma offre e-mail marketing, landing page dedicata e piattaforma dove inserire video e gestire il corso.

Anche qui, si otterranno tutte le statistiche per capire come creare una newsletter al meglio e come gestirla nel tempo per ottenere risultati migliori.  Per chi è alle prime armi, il servizio offre tutorial, infografiche e varie risorse per capire come funziona e cosa fare.

Quale scegliere

Questi erano i migliori servizi per creare una newsletter. Come scegliere il migliore? Tutto dipende dalle proprie esigenze. Si ha un blog ed è necessario aumentare le visite? Bene, i servizi come Aweber sono l’ideale.

Invece, se c’è la necessità di inviare un gran numero di mail, è meglio usare Mailchimp o GetResponse, che daranno maggiori informazioni e la possibilità di offrire sconti solo a chi è realmente interessato.

La newsletter deve essere la base di partenza per fornire il proprio know how e attirare clienti per le proprie consulenze? Perfetto! Allora GetResponse è il sito giusto! Per iniziare con il piede giusto e, magari, risparmiare qualcosa, allora Newsletter2Go può essere la soluzione migliore per le proprie esigenze.

Sfrutta le demo per capire qual è il servizio migliore e pagare solo quello che serve davvero.

Conclusione

Creare una newsletter non è più un’impresa impossibile, ma è importante focalizzarsi sugli obiettivi giusti e non strafare. Per questo, la consulenza di un esperto deve essere un investimento da tenere in conto, soprattutto se si vuole aumentare realmente il fatturato.

Risparmiare non è la parola chiave, vendere è il vero obiettivo: per questo, l’aiuto di una persona che faccia una corretta analisi del target è essenziale per realizzare il proprio progetto online!

Tags
Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close
Close