Wordpress

Come velocizzare Wordpress

Come velocizzare Wordpress? Ecco alcune mosse da fare subito per rendere il tuo sito online in WordPress più veloce della luce!

Velocizzare WordPress: da dove si parte

Velocizzare WordPress non è una semplice esigenza estetica. Ora, Google penalizza i siti che sono più lenti, a parità di contenuti offerti all’utente. Velocizzare significa, prima di tutto, sapere a che punto sei e quali sono le criticità.

Per fare questo, ti abbiamo lasciato un articolo sui tool online per verificare la velocità di un sito. Verifica, in particolare, i seguenti dati:

  • Grade. In formato numero, ti dice quanto è veloce il tuo sito, o quanto c’è ancora da fare.
  • Request. Le richieste esterne: più ce ne sono, più il sito si rallenta.
  • Load time. Il tempo di caricamento: meno è, meglio è.
  • Page size. Le dimensioni della pagina come peso dei singoli file.

Questi saranno i dati di riferimento da dover migliorare assolutamente. Ora, vediamo come fare.

Plugin da usare

Troppi plugin rendono il sito lento, pochissimi plugin non ti permettono di usare bene il tuo sito. Quindi, bisogna trovare una via di mezzo per velocizzare WordPress. Sappi, come prima cosa, che molti template hanno funzioni per cui non servono più i plugin, come i pulsanti per condividere ogni articolo sui social network. Qui, invece, vediamo i plugin che devi avere per forza per rendere il tuo sito più veloce.

Prima di tutto, dovresti capire quali plugin cancellare e quali tenere. P3 Profiler è il plugin adatto a questo scopo. Creato da GoDaddy, ti dice esattamente quali sono i plugin che fanno maggiori richieste e quali richieste sono. Puoi disinstallare direttamente dal plugin, una volta avviato.

Indispensabile e conosciuto è W3 Total cache. Si tratta di un plugin gratis che, una volta installato, riduce il peso delle pagine del tuo sito, rendendolo più veloce. Dalle impostazioni generali, puoi “chiedere” al plugin di:

  • Ridurre il peso delle immagini.
  • Cancellare regolarmente la cache.
  • Inserire la sitemap.
  • Risolvere i problemi di file js, che possono influire sul caricamento della pagina.

Come vedi, il plugin è ricco di funzioni e dovrai smanettare un po’ per usarle tutte. Il risultato, però, è garantito!

Hosting

Oltre a quello che tu puoi fare, c’è anche quello che il tuo hosting può fare per il tuo sito. Il tuo servizio deve essere veloce e, se possibile, darti la possibilità di usare strumenti come CloudFlare. In più, il pannello di controllo dovrebbe informarti subito quando c’è un problema e fornirti assistenza per risolverlo.

Al momento, il miglio hosting WordPress per risolvere questo e altri problemi è Siteground. Già il piano base ti offre un hosting veloce. Con un piano medio, invece, hai anche un programma dedicato a velocizzare il tuo sito, che si può gestire, accanto a CloudFlare, direttamente dal tuo pannello di controllo.

Quando hai problemi, il servizio di assistenza ti informa sul numero eccessivo di accessi e ti offre, tramite assistenza dedicata anche via telefono, soluzioni possibili per risolvere il problema. Di solito, il sito resta in down per “sole” 24 ore, altrimenti la situazione si risolve in qualche minuto, contattando l’assistenza.

Template

Il template, ovvero il tema del sito, è fondamentale. Se il tema già si carica con difficoltà, quando sarà installato sul sito, farà danni. Per questo, devi scegliere un template ottimizzato, che riesca anche a caricare velocemente il tuo sito da smartphone. Per avere la certezza di ottenere un buon template, bisogna sceglierne uno a pagamento. Ci sono tantissimi marketplace, che ti consentono di ottenere il massimo dal tuo sito scegliendo temi dal buon rapporto qualità/prezzo, che vengono aggiornati in base alle nuove versioni di WordPress.

Database

Quando hai anche ottimizzato le immagini per ridurne il peso e ti sei assicurato che il template è ottimo, è ora di mettere le mani al database, in modo che risulti lineare. Per farlo, se non sei un esperto di codice, ti conviene usare WP Optimize.

Il plugin è gratis e ti permette di ottimizzare anche il database, in modo che le funzioni non si ripetano, non ci siano errori e il tuo sito sia, di conseguenza, più veloce. Ricordati di fare una prova sullo smartphone quando hai completato anche questa procedura, oltre a guardare di nuovo al tool per il test della velocità.

Consigli

Velocizzare WordPress non è impresa di un giorno. In più, ti ritroverai a ottimizzare il tuo sito una volta ogni tanto, in vista di un nuovo aggiornamento o se cambi template. Tutto nella norma. Se non sai come fare, fatti aiutare da un esperto, che sappia mettere mani al tuo sito e ti permetta di renderlo più veloce anche senza le competenze tecniche.

Purtroppo, alcuni siti hanno perso posizionamento su Google per via di questo problema: non essere il prossimo e cerca di migliorare il tuo sito per renderlo competitivo ed efficace agli occhi dei tuoi utenti!

Tags
Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Guarda anche
Close
Back to top button
Close
Close