Wordpress

Migliori plugin WordPress

Quali sono i migliori plugin WordPress per gestire al meglio un progetto online e senza aver bisogno di intervenire sui codici? Ecco qualche consiglio utile e i plugin migliori che abbiamo testato e recensito.

Quali sono quelli veramente necessari?

I plugin sono delle “aggiunte” che servono al sistema per funzionare al meglio. Il difetto  è che più ci sono, più rischiano di rallentare il sito. Quali sono, allora, gli strumenti davvero necessari?

  • Un tool che gestisca la SEO.
  • Uno strumento che consenta di fare regolare manutenzione (per esempio, una copia di backup).
  • Il programma specifico per l’ottimizzazione delle immagini.
  • Strumenti per rendere il sito più veloce e più efficiente da mobile.
  • Un sistema che gestisca gli aspetti legali.

Poi, ci sono i plugin obbligatori per tipo di sito. Per esempio, un gestore delle pubblicazioni può essere utile in un sito con più autori, mentre un programma multilingua sarà utile in un sito tradotto in più lingue.

Ci sono, invece, aggiunte evitabili con un ottimo tema. Un esempio sono i plugin social, perché molti temi ormai sono responsive e hanno già i pulsanti per la condivisione preinstallati.

Plugin SEO

I migliori plugin WordPress lato SEO sono:

  • SEO by Yoast. Già nella versione free, Yoast ha tutto quello che serve per impostare la SEO. I tool premium sono ideali per i progetti più importanti, per esempio negli e-commerce che hanno anche un canale YouTube.
  • All in One SEO Pack. Si tratta di uno strumento veloce, molto utile se si tratta di collegare i social network e i rispettivi snippet (Twitter Cards, Instant Articles Facebook, ecc.). 

Sicurezza e backup

La sicurezza su WordPress si garantisce in due modi: con sistemi in grado di verificare potenziali minacce e soluzioni di creazione/ripristino backup. Ecco quali sono i migliori plugin WordPress per questo aspetto.

  • Per la sicurezza. Ci sono diversi plugin, spesso preinstallati. Oltre ad Akismet, si può scegliere come alternativa All In One WP Security & Firewall. Offre una protezione totale da malware e non solo.
  • Per il database. Se serve una copia di backup, verificare come sta funzionando il database e fare le manovre di ripristino nei casi di emergenza. Un plugin utile per gestire tutti questi aspetti è WP-DB Manager.

Manutenzione, velocità e gestione contatti

Per la manutenzione del sito, molto interessante è lavorare sulla cache e sulla velocità del portale online.

  • Per la cache. Le alternative sono due: Super Cache e Total Cache. Questi plugin permettono di cancellare la cache in automatico e di usarla quando la linea non permette il caricamento dell’intera pagina web.
  • Per ridurre il peso delle immagini si può usare Bj Lazy Load. Permetterà di caricare le immagini solo quando serve e di ridurne il peso complessivo.
  • Intervenire sul sito creando una pagina di attesa. Se ci sono degli interventi da fare sul sito, conviene creare come home una pagina “Coming soon” o di attesa. Per gestire il tutto e lavorare serenamente, si può usare WP Maintenance Mode.
  • Per gestire link rotti e non solo, c’è Redirection. Per capire, invece, se i plugin pesano troppo e quali eliminare, si può usare Query Monitor.
  • Infine, per i contatti. Oltre al mitico Contact Form 7, si possono usare: Fast Secure Contact Form e Ninja Form (free con funzionalità in più a pagamento). La newsletter si può gestire con diversi plugin, come abbiamo visto qui.

Pubblicità e ADV

Per la pubblicità, così come per il tracciamento dei dati, ci sono due soluzioni. La prima è copiare e incollare manualmente i codici. Per la pubblicità, basta inserire il codice dove dovrebbe comparire la pubblicità. Per i codici come Google Analytics, conviene usare la funzione che si trova in tutti i temi responsive.

Basta andare a Personalizza nella sezione dedicata ai temi per trovare la colonna e di seguito la casella per inserire il codice di monitoraggio.

In alternativa, si possono usare i plugin per Google Analytics, oppure AdSella per la gestione della pubblicità se non si sa proprio da dove cominciare.

Gestione della bacheca

Anche se WordPress ha moltissime funzioni, si può aver sempre bisogno di un supporto all’interno. Questi plugin “pesano”, ma di solito, con le proprie funzioni, riescono a evitare di aggiungere altro. Un esempio lampante è Jetpack, che ha anche la funzione per i social.

Social network

Per la gestione dei social network, i plugin non si contano. I migliori sono Shareaholic e Sassy Social Share, compatibili anche per le versioni mobile. In più, questi plugin assicurano una gestione diretta delle icone (si possono scegliere quelle che si vogliono) e più di 100+ social e aggregatori di notizie tra cui scegliere.

Vari ed eventuali

Ogni sito ha i suoi migliori plugin WordPress. Chi vuole creare un forum o una community, può puntare su BuddyPress e Co. Segnaliamo tra questi il plugin per la gestione dei membri e quello per i sondaggi.

Chi vuole sfruttare WordPress per vendere prodotti digitali, può usare Easy digital Downloads. Per prodotti fisici, conviene puntare su Woocommerce, che ha anche diversi plugin gratis di supporto.

I professionisti che lavorano su appuntamento possono creare un sito WordPress portfolio con Booking Calendar, che permette di gestire gli appuntamenti con un calendario/agenda direttamente all’interno del sito.

Infine, chi ha bisogno di un supporto multilungua e non può usare WPML a pagamento, può puntare tranquillamente su Polylang.

Quindi, alla fine?

I plugin WordPress non finiscono qui. Non basterebbe un sito intero per spiegarli tutti. Di base, non si dovrebbero avere più di 20 plugin, inclusi quelli specifici di quel sito. La cosa importante è fare attenzione a se è facile sostituire il plugin se non funziona. Più sarà facile, più sarà da consigliare quello strumento.

Ricordiamo che ci sono temi che, per funzionare, richiedono l’utilizzo di alcuni plugin. Tra questi, è sempre necessario vedere se si tratta di risorse gratis o meno, per evitare costi aggiuntivi inutili dopo l’acquisto del tema.

Per scoprirlo, basta vedere la scheda tecnica del tema prima di scegliere quello giusto. Con il tempo, potrai aggiornare e cambiare i plugin in base alle tue esigenze.

Tags
Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Guarda anche
Close
Back to top button
Close
Close