SEO

Come registrare un nome a dominio su INTERNET

Registrare un nome a dominio è un’operazione che si fa quando si acquista un servizio di hosting e si apre, in seguito, un dominio. In questa guida completa, vediamo quali sono tutti i passaggi da seguire.

Come scegliere

La prima cosa da fare per registrare un nome a dominio è comprare un dominio. Attenzione, il dominio non va confuso con l’hosting. L’hosting è lo spazio dove si trovano i file del sito, il dominio, è invece, l’indirizzo dove si possono trovare quei file.

Di solito, hosting e dominio si vendono insieme, ma chi ha molto spazio, può anche contenere in un solo hosting più domini.

Come scegliere e registrare un nome a dominio? Prima di tutto, bisogna scegliere e acquistare un servizio, come quello offerto da diversi hoster, come Siteground.

Ora, bisogna scegliere prima un’estensione, poi un nome. L’estensione può essere nazionale (.it per l’Italia), riferita all’ambito commerciale (.com), generica (.net), riferita alle organizzazioni (.org), ecc.

Una volta scelta anche l’estensione, bisogna pensare a un nome che non sia già stato usato.

In più, il nome deve essere facile da ricordare e far sapere l’argomento generale del sito. Più il nome è breve, meglio è.

Come verificare la disponibilità

Per verificare se il dominio è disponibile, ci sono due soluzioni. Alcuni servizi informano subito se il nome c’è già.

Se questo non avviene, puoi inserire il nome su DomainBot o su tool online simili.

Il bot mostrerà se il nome già c’è e alcune possibili varianti.

Dove inserire il nome

Per registrare un nome a dominio, dovrai scegliere l’estensione e scrivere nella casella il nome del dominio, come, a esempio, www.mionomedominio.it.

A questo punto, dovrai pagare il dominio che hai scelto (di solito, vale un anno). Al termine della procedura, riceverai la fattura sulla tua mail e potrai iniziare a lavorare sul sito dal tuo pannello di controllo.

Conclusione

Registrare un nome a dominio è una procedura semplice, ma scegliere il nome giusto lo è molto meno: fai attenzione dando un’occhiata alla concorrenza.

In più, ricordati le parole chiave che dovrai inserire nel sito: un sito con una parola chiave secca è un po’ limitato, ma è bene registrare il nome del tuo dominio in modo che sia semplice e veloce da digitare anche da smartphone.

Non ti resta che organizzare i file del tuo sito con il CMS più adatto. Sarà il caso di passarti la nostra guida su WordPress.

Show More

Annarita_Faggioni

Copywriter freelance, per Tecnoarena scrive guide e recensioni.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button