E-commerce

Come vendere online

e-commerce

Tutti ormai conoscono le potenzialità che offre INTERNET, fra le tante possiamo dargli il merito di riuscire a diffondere le notizie (veritiere o fasulle che siano) ancor prima che la TV le annunci, questo grazie anche ai Social Network (social e-commerce) che rappresentano un vero e proprio canale di comunicazione, usato dalla massa. Infatti  questi ultimi sono diventati lo strumento di marketing principale delle aziende, che li utilizzano per sponsorizzare e  commercializzare i loro prodotti o servizi, attraverso messaggi, brevi video e immagini che gli utenti visualizzano e condividono, innescando così un meccanismo a catena.  Questo concetto di diffusione “virale” delle informazioni è importante e funziona tantissimo quando si vuole vendere online.

Di solito chi è alle prime armi con INTERNET, è scettico oppure ha dei timori e non crede nella vendita online perdendo un’opportunità unica, cioè quella di vedere crescere concretamente il proprio fatturato mensile.

Dobbiamo uscire dal solito schema del negozio che vende i suoi prodotti in zona o nella sua città, immaginiamo invece la grande rete ovvero INTERNET come una vetrina globale dove il nostro negozio virtuale o meglio e-commerce (commercio elettronico), può avere miliardi di potenziali visitatori, provenienti da tutto il mondo.

Allora quanti acquirenti potremmo avere? Teoricamente tanti!

Restando con i piedi per terra, arriviamo al dunque.

Come vendere online?

Regola N.1

Prima ricevi il pagamento e poi spedisci l’ordine!

Meglio non farsi subito delle illusioni, poichè non diventeremo ricchissimi  iniziando con la vendita online e per ottenere dei risultati concreti bisognerà lavorare tanto, con scelte ponderate, affidandoci a dei buoni strumenti.

La possibilità di avere degli ottimi riscontri in termini di vendite, dipende da  molti fattori e un buon punto di partenza è sicuramente quello di  iniziare a porsi alcune domande:

  • cosa  vendere online?
  • siamo competitivi?
  • quale canale di vendita usare?
  • gli utenti e quindi i potenziali acquirenti si fidano di noi?
  • come fare con le spedizioni?

Il prodotto è chiaramente la cosa principale da prendere in considerazione, ma anche il prezzo poichè non saremo gli unici a venderlo e quindi dobbiamo fare i conti con la concorrenza spietata che proporrà prezzi sempre più bassi rispetto alla vendita diretta, talvolta per smaltire rimanenze di magazzino, talvolta per altri ovvi motivi.

I canali da sfruttare per vendere online sono molteplici, i social network, come ho già detto prima, ed in particolare Facebook  è un ottimo strumento per far conoscere rapidamente i nostri prodotti, se poi associamo l’utilizzo di piattaforme  come  blomming (gratuito fino a un TOT. di vendite), abbiamo a nostra disposizione un sistema di vendita e quindi un vero e proprio negozio virtuale, integrato con Facebook, senza dover investire un centesimo.

Possiamo anche valutare l’idea di vendere su ebay, un marketplace dove si concentrano numerosi venditori con diverse categorie merceologiche, però in questo caso dobbiamo anche valutare la concorrenza e soprattutto i feedback con cui partiremo. Se non abbiamo mai comprato o venduto su ebay, i nostri feedback saranno uguali a zero e quindi dovremo conquistarci la fiducia dei clienti, tenendo conto in ogni caso, della percentuale da dare ad ebay sulle vendite.

 Per conquistare potenziali acquirenti su INTERNET, bisogna trasmettere una certa credibilità, descrivendo in modo chiaro e dettagliato i prodotti, accompagnandoli con foto ben visibili, di buona qualità e specificando sempre le condizioni generali di pagamento e spedizione. In sostanza chi dovrà comprare i nostri prodotti deve sentirsi sicuro e non avere dubbi su quello che sta acquistando, in quanto non avendo un contatto diretto, bisogna fare in modo di rassicurarlo e invogliarlo attraverso quello che sta visualizzando.

Per quanto riguarda le spedizioni invece, dipende tutto dalla quantità di vendite che riusciamo a generare in un mese, e anche dal peso-volume della merce da spedire. Se tali spedizioni sono considerevoli, ci conviene stipulare un contratto con uno spedizioniere (SDA, GLS, BARTOLINI, TNT, ecc…) concordando un buon prezzo (dipeso dalla quantità di spedizioni), il corriere passerà a ritirare il nostro plico per poi consegnarlo (solitamente nelle 24/48h) al cliente finale.

Fino ad ora abbiamo descritto la vendita online utilizzando strumenti come Facebook, blomming, ebay. Se invece volessimo creare un nostro sito web e-commerce? A questo punto dobbiamo essere molto scrupolosi nel realizzarlo, prendendo in considerazione anche soluzioni open source e quindi utilizzabili liberamente, come  la piattaforma PrestaShop, ma se non siamo esperti meglio affidarsi a persone competenti che dovranno curare professionalmente ogni dettaglio, non solo grafico, ma funzionale,  garantendo l’accessibilità dai dispositivi mobili (smartphone e tablet), al fine di rendere il sito, il più produttivo possibile.

Anche l’aspetto SEO è importante, il sito dovrà essere indicizzato sui motori di ricerca e i prodotti dovranno comparire nelle prime pagine di Google, senza il quale non avremo visibilità e quindi grandi possibilità di guadagni, soprattutto se non usiamo nessun canale pubblicitario. Inutile ribadire il concetto “virale” di Facebook, condividendo i prodotti sui social, avremo buone probabilità di attirare nuovi clienti, anche qui dipende molto da come ci poniamo o da  cosa pubblichiamo, dobbiamo sempre cercare di suscitare l’interesse degli utenti .

Ora vi starete chiedendo: da dove partire?

Non credo esista una regola ben precisa, tutto dipende dal prodotto che si vuole vendere e dal proprio budget d’investimento iniziale disponibile. Certo, crearsi un sito web personale, fatto con criterio, richiede un dispendio economico iniziale più elevato rispetto all’utilizzo di soluzioni già pronte, ma ha comunque i suoi vantaggi. In secondo luogo si può pensare di abbinare entrambe le cose per accrescere la propria visibilità e fidelizzare i clienti.

Bene, ho descritto in linea di massima quello che c’è da sapere su come vendere online sperando di essere stato chiaro, soprattutto per chi si sta affacciando per la prima volta o vorrebbe proiettarsi verso questa realtà.

Per qualsiasi dubbio potete contattarmi o lasciare un commento qui sotto.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button